Il mio bimbo non ha ancora 6 mesi, ma mi si butta nel piatto

Il mio bimbo non ha ancora compiuto 6 mesi, ma mi si butta nel piatto. Ed è subito dubbio: che faccio? Calpesto le linee guida OMS che raccomandano di attendere i 6 mesi per iniziare la alimentazione complementare? Lo assecondo e gli creo dei danni?
E tutto ciò che ho letto sul riflesso di estrusione, la necessità di stare perfettamente seduto da solo… come la mettiamo?

Niente panico!

La maggior parte dei lattanti mostra, tra i 5 e i 6 mesi, i primi segnali di interesse al momento dei pasti. Soprattutto se li avete tenuti con voi dando la possibilità di incuriosirsi davanti a quegli odori… quei gesti… quei rumori di posate… e di far funzionare a dovere i loro neuroni a specchio.

• Tra i 5 e i 6 mesi il riflesso di estrusione è ancora presente, ma in tutta onestà vi dirò che non è importante che i genitori controllino se è scomparso:
se vostro figlio spalanca la bocca per infilarsi da solo del cibo o per afferrare con gran foga il cucchiaino che gli offrite, non vi deve importare se c’è o non c’è un riflesso che serve solo ai professionisti, deve importarvi solo cosa vuole vostro figlio. E vostro figlio sa perfettamente cosa è il cibo e cosa succede ai pasti.

• Tra i 5 e i 6 mesi la maggior parte dei vostri bimbi non sta seduta autonomamente, ma “ciondola” dai entrambi i lati e si piega in avanti perché non sa sostenersi adeguatamente. Tuttavia l’impeto di assaggiare per alcuni di loro è così forte che non vi lasciano più mangiare in pace.
Se è così, se tuo figlio ti si butta letteralmente nel piatto, ascoltalo. Lascia che tocchi il cibo e si lecchi le dita. Tu stesso puoi inzuppare il tuo dito nel sugo e mostrarglielo per osservare le sue reazioni.
Se hai un cucchiaino di minestra lascia che la provi.

Il suo intestino è pronto per accettare assaggi di cibo, il rischio di allergie c’è se iniziate prima dei 4 mesi e mezzo di vita. Ma se permettete piccoli assaggi tra i 5 e i 6 mesi non succede nulla. Anzi, il sistema immunitario cataloga nuovi antigeni in arrivo.

Quindi: se il vostro bambino non si tiene, si butta verso il cibo, piange perché vuole arrivare a tutti i costi al vostro piatto, cerca di rubarvi la forchetta e il cucchiaio.. ma non ha 6 mesi in punto, tranquilli.
Osservatelo.
Ascoltatelo.
Vi sta dicendo che non ne può più di essere uno spettatore passivo, vuole partecipare. 

Condividi!